Posts From Roberto Tirapelle

INTERVISTA – Il Maestro dirige il Don Giovanni alla Fenice di Venezia. Dal barocco al Jazz e ritorno. Trent’anni di musica antica. La luna sopra l’Arena e il sogno di dirigere Elettra – Dal 13 al 26 ottobre 2017 è in scena

INTERVISTA – Il mezzosoprano interpreta Carmen al festival di Bregenz, dove «prevalgono la natura, la maestosa grandezza della Seebune, il palcoscenico sul lago». Un teatro all’aperto, come lo è l’Arena di Verona, dove la Stroppa ha debuttato in Roméo et Juliette di

INTERVISTA – La famiglia prima di tutto, 48 anni di carriera, 444 recite di Aida, 10 volte in Arena. A Parigi con la Callas nell’ultima Norma cantata dal celebre soprano. Riceve quest’anno il Premio speciale alla carriera a 70 anni dal debutto

RECENSIONE – Consacrata al Futuro grazie alla creatività di Carlus Padrissa e Alex Ollé, l’Aida prodotta da La Fura dels Baus cerca un senso nella sintesi tra religione, scienza e progresso e stupisce per come questo processo si sviluppa in modo

RECENSIONE – Con Nabucco del regista Arnaud Bernard l’Arena torna ai fasti spettacolari della migliore tradizione operistica di Verona. Un plauso ai laboratori scenografici – L’allestimento. 12 cavalli in scena che si prodigano in cariche di cavalleria, spari, cannonate, barricate, soldati

INTERVISTA – L’artista georgiano, in Arena il 23, 29 giugno e il 7 luglio, vanta 90 recite al Metropolitan. «Nabucco è un’opera che sento molto – spiega Gagnidze – perché “Oh mia patria” (dal coro di “Va, pensiero”) mi ricorda

INTERVISTA – 51 anni di carriera, 40 dal debutto in Arena e 40 dal debutto alla Scala, 3.000 recite ufficiali, 72 ruoli in cartellone. «Ho iniziato come meccanico, poi bigliettaio sulla tratta Bologna-Zocca ma già nel ’51 studiavo canto». Il 27

INTERVISTA – Il soprano ungherese è impegnato al Filarmonico di Verona per il penultimo titolo della stagione: «L’allestimento di Verona ha formato un cast e una squadra capaci di esprimere un’emozione corale» – Dal 23 aprile debutta al Teatro Filarmonico di

INTERVISTA – Il mezzosoprano giapponese sul palcoscenico del Filarmonico per l’opera I Capuleti e i Montecchi di Vincenzo Bellini. Un giovane talento che proviene dal musical. «Nel prossimo futuro mi piacerebbe approfondire autori romantici, oppure il repertorio francese o qualche