6 luglio 2018
redazione (312 articles)
Share

Sevilla 1930, la mostra che svela il volto nascosto dell’Opera

Dietro le quinte di Carmen all’Arena di Verona. Il backstage è il punto focale dell’esposizione inaugurata giovedì 5 luglio alla Feltrinelli di Verona: viene identificato come uno spazio magico nel quale si trovano gli ingredienti necessari alla riuscita dell’opera.

Giovedì 5 luglio negli spazi espositivi della libreria Feltrinelli di Verona, in via Quattro Spade 2, è stata inaugurata la mostra Sevilla 1930, Dietro le quinte di Carmen all’Arena di Verona. Un viaggio fotografico che narra la nuova produzione di Carmen di Georges Bizet, opera inaugurale del 96° Arena di Verona Opera Festival, con regia, scene e costumi del Maestro argentino Hugo de Ana. La sovrintendente della Fondazione Arena Cecilia Gasdia e il direttore della programmazione artistica Stefano Trespidi hanno illustrato la creazione della nuova messa in scena del capolavoro di Bizet. Presenti anche Filippo Nardo Stefano Valentino dello studio fotografico ENNEVI fotografi ufficiali della Fondazione Arena di Verona. La mostra chiuderà domenica 2 settembre.

2018-07-06, Verona, mostra Sevilla 1930 (photo Ennevi)

2018-07-06, Verona, mostra Sevilla 1930 (photo Ennevi)

Nardo e Valentino dimostrano di saper svelare con i loro scatti i dettagli più sfuggevoli, sfruttando punti di vista inusuali. Le fotografie sono di piccolo formato, ma dal grande fascino e riescono a trasmettere l’emozione del backstage, facendo percepire all’osservatore il silenzio dell’anfiteatro quando pubblico e maestranze non sono presenti, così come l’ordinata frenesia delle prove. Proprio il backstage vuole essere il punto focale dell’esposizione: viene identificato come uno spazio magico nel quale si trovano gli ingredienti necessari alla riuscita dell’opera. Viene descritta l’attesa degli artisti e delle comparse, insieme all’enorme lavoro dei tecnici e della regia. Partendo da ciò che si vede “dietro” nasce una mostra democratica, che attribuisce il medesimo valore alla comparsa, al mimo e al grande artista. Viene evidenziato il lavoro di ciascuno rendendo ogni persona protagonista, abbattendo la stratificazione gerarchica dei ruoli conferendo a tutti la stessa dignità e valore.

Z.M.

2018-07-06, Verona, mostra Sevilla 1930 (photo Ennevi)

2018-07-06, Verona, mostra Sevilla 1930 (photo Ennevi)

Foto in alto: 2018-07-06, Verona, mostra Sevilla 1930, Stefano Trespidi, Stefano Valentino, Filippo Nardo, Cecilia Gasdia (photo Ennevi)

redazione

redazione