22 Gen 2018
redazione (328 articles)
Share

Al Museo AMO La gazza ladra di Rossini per bambini e famiglie

Genitori e figli verrano chiamati ad interpretare i personaggi della trama e ad interagire come da copione sullo sfondo dell’ambientazione paesaggistica e musicale originale –

Nell’anno che vedrà le celebrazioni del 150° anniversario della morte del compositore Gioachino Rossini, il Museo AMO (Arena Museo Opera) mette in scena per la rassegna “Famiglie all’Opera” uno dei massimi capolavori del compositore pesarese. Un appuntamento dedicato a genitori e bambini per approcciare la trama e le vicende dell’opera ambientata nei pressi di Parigi.

Domenica 28 gennaio e domenica 4 febbraio alle ore 16 al Museo a Palazzo Forti il team Didattico di AMO “laFogliaeilVento” accoglierà le famiglie e vivrà insieme a loro le vicende di Fabrizio e Lucia, del figlio Giannetto di ritorno dalla guerra, della gentile domestica Ninetta, del padre di lei, Fernando, costretto a nascondersi e della gazza ladra, uccello noto per le sue manie furtive di oggetti preziosi e scintillanti e che scatenerà una serie di equivoci che solo al termine dell’opera verranno finalmente chiariti. Genitori e figli verrano chiamati ad interpretare i personaggi della trama e ad interagire come da copione sullo sfondo dell’ambientazione paesaggistica e musicale originale.

La gazza ladra si inserisce negli appuntamenti della Rassegna “Famiglie all’Opera” 2017-2018, progetto dedicato ai genitori coi loro bambini all’interno della più ampia offerta formativa del Museo AMO Didattica all’Opera, partita nel 2014.

«Con impegno e costanza proseguiamo la programmazione didattica di AMO – spiega il Direttore del museo Francesco Girondini – giunta alla sua quarta edizione consecutiva. Accanto alle grandi mostre d’arte proposte al Museo a Palazzo Forti, manteniamo attivo lo sviluppo educativo del giovane pubblico con laboratori didattici applicati alle mostre, con lezioni-spettacolo presso gli istituti scolastici e con appuntamenti creati ad hoc per le Famiglie che vogliono approcciarsi all’opera con una modalità singolare, che unisce l’aspetto ludico e l’attenzione al metodo d’apprendimento, la scelta attenta del cartellone e il coinvolgimento del pubblico».

«Questi appuntamenti di approccio alla trama – spiega Elisabetta Garilli, formatrice e coordinatrice del Team didattico di AMO – come lo sono quelli dedicati alla Sonnambula di Vincenzo Bellini e questo di Rossini sono studiati per avvicinare il pubblico dei giovanissimi non solo alla musica lirica ma anche alle vicende narrate in musica. Gli accadimenti dell’opera non sono meno importanti dell’accompagnamento musicale, e seguendo il libretto di Giovanni Gherardini scopriremo come Rossini abbia musicato una vicenda che entusiasmerà i più piccoli».

L’appuntamento è quindi per domenica 28 gennaio alle 16 al Museo AMO a Palazzo Forti. Lo spettacolo – reso possibile grazie all’apporto di AMIA, Green partner dell’iniziativa – replica domenica 4 febbraio alle ore 16. Il costo è di euro 5, posto unico non numerato; ingresso omaggio sotto ai tre anni.

Per informazioni e prenotazioni
AMO Arena Museo Opera – Palazzo Forti
Tel/Fax +39 045 8030461
didattica@arenamuseopera.com

 

redazione

redazione