Otello, Giuseppe Verdi (sinopsi)
20 Gennaio 2018
redazione (361 articles)
Share

Otello, Giuseppe Verdi (sinopsi)

Otello è un’opera in quattro atti di Giuseppe Verdi su libretto di Arrigo Boito, tratto da The Tragedy of Otello, the Moor Venice di William Shakespeare. La prima rappresentazione fu il 5 febbraio 1887 al Teatro alla Scala di Milano.

Personaggi
Otello, generale dell’armata veneta (tenore)
Jago, alfiere (baritono)
Cassio, capo di squadra (tenore)
Roderigo, gentiluomo veneziano (tenore)
Lodovico, ambasciatore della Repubblica veneta (basso)
Montano, predecessore di Otello nel governo dell’isola di Cipro (basso)
Un araldo (basso)
Desdemona, moglie di Otello (soprano)
Emilia, dama di compagnia di Desdemona (mezzosoprano)
Soldati e marinai della Repubblica Veneta, gentildonne e gentiluomini Veneziani, popolani Ciprioti, uomini d’arme Greci, Dalmati e Albanesi, fanciulli dell’isola (coro)

ATTO I
Davanti al castello del governatore di Cipro, una grande folla attende il ritorno di Otello, detto il moro, generale dell’armata veneta e governatore. Il mare è burrascoso. Otello rientra e annuncia di aver sconfitto l’armata turca. Tutti festeggiano, tranne Roderigo, giovane veneziano appena giunto a Cipro e innamorato di Desdemona, la moglie di Otello, e Jago, che odia Otello perché ha promosso Cassio come capitano al posto suo. Jago trama contro Otello: spinge Cassio ad ubriacarsi e provoca una lite fra lui e Roderigo. Montano, l’ex governatore, prova a separarli, ma rimane ferito. Arriva Otello che degrada Cassio, dopodiché va via con Desdemona.

ATTO II
In una sala del castello, Jago porta avanti il suo piano. Suggerisce a Cassio di rivolgersi a Desdemona per intercedere con il marito, mentre insinua ad Otello il dubbio che fra la moglie e Cassio ci sia una tresca. Desdemona chiede a Otello di ridare a Cassio il suo grado di capitano e Otello si ingelosisce. Desdemona fa cadere il fazzoletto donatole dal marito come pegno di amore, così Jago lo raccoglie grazie a Emilia, dama di compagnia di Desdemona, e pianifica di nasconderlo in casa di Cassio. Dopodiché racconta a Otello di aver visto quel fazzoletto in mano a Cassio mentre parlava con Desdemona. Otello giura di vendicarsi.

ATTO III
Un araldo annuncia l’arrivo degli ambasciatori veneziani. Desdemona, ingenuamente, continua a perorare la causa di Cassio. Otello, le chiede il fazzoletto, ma Desdemona si accorge di non averlo e Otello, furioso, la allontana. Giunge Jago, che spinge Otello ad ascoltare una conversazione di Cassio a proposito di una cortigiana. Otello si convince che sia Desdemona, vedendo poi il fazzoletto tra le mani di Cassio. Convinto del tradimento, giura di uccidere la moglie. Arrivati gli ambasciatori veneti, annunciano che il moro è richiamato a Venezia dal Doge e verrà sostituito da Cassio. Davanti a loro, Otello, fuori di sé, insulta la moglie e la spinge a terra, dopodiché sviene.

ATTO IV
Desdemona si sta mettendo a letto assisitita da Emilia. Arriva Otello che la accusa di averlo tradito e nonostante la donna proclami la sua innocenza, la soffoca. Entra Emilia con la notizia che Cassio ha ucciso Roderigo in un agguato che gli aveva teso, voluto ovviamente da Jago. Arriva Jago, ma Emilia gli rinfaccia il suo inganno del fazzoletto ed egli fugge. Otello, compreso cosa sia veramente successo, dà un ultimo bacio alla mogli e si pugnala.

redazione

redazione