2 gennaio 2018
redazione (209 articles)
Share

2017-12-17, Filarmonico, La vedova allegra (video)

Danilo – O Patria, quanti onor mi dai ma troppe noie e troppi guai. Permetti che di notte stia lontan dalla diplomazia. Non trovo nulla da eccepir se al mattino vo’ dormir, perché nessun può star davver allo scrittoio un giorno inter! Ma se un rapporto devo far, obbligo tutti a lavorar, il diplomatico davver, non è di certo il mio mestier! Io non lavoro quasi mai, io non mi metto mai nei guai ma quando arriva lo stipendio lo vado allegro a ritirar. Con pochi soldi sono un re non ho problemi per davver, per questo dormo tutto il dì, perché la notte m’appartien. Io vado da Maxim, tra orge e festin, serate in allegria con donne in compagnia Lolò, Dodò, Joujou, Cloclò, Margot, Froufrou, la cara patria mia dimenticar mi fan! Si beve lo champagne, si balla il can-can e poi carezze e baci in bella compagnia: Lolò, Dodò, Joujou, Cloclò, Margot, Froufrou, la cara patria mia dimenticar mi fan!

La vedova allegraFranz Lehár

Cartellone
Galleria
Recensione
Video

Si ringrazia la Fondazione Arena di Verona per la gentile concessione delle immagini

redazione

redazione