4 September 2017
redazione (192 articles)
Share

Il Festival Verdi 2017 nei 150 anni dalla nascita di Toscanini

JérusalemLa TraviataStiffelioFalstaffMessa da Requiem sono i principali titoli che compongono il cartellone del Festival Verdi 2017, a Parma e Busseto, dal 28 settembre al 22 ottobre, dedicato ad Arturo Toscanini nel 150° anniversario dalla nascita –

«Forti dei risultati record dell’edizione 2016, affrontiamo il Festival Verdi 2017 con un programma di grande impegno – dichiara Anna Maria Meo, Direttore generale del Teatro Regio di Parma – sia dal punto di vista artistico sia produttivo, con quattro nuovi allestimenti in tre spazi diversi, due orchestre, due cori, oltre 40 artisti, giovani cantanti e solisti affermati. Un programma dedicato a una figura imponente nel panorama musicale, nostro illustre concittadino, nato e formatosi a Parma, che in gioventù fu violoncellista nel nostro Teatro: Arturo Toscanini, del quale quest’anno si celebrano i 150 anni dalla nascita e i 60 dalla morte».

A inaugurare il Festival Verdi 2017, il 28 settembre al Teatro Regio di ParmaJérusalem (repliche 8, 12, 20 ottobre), nel nuovo allestimento ideato da Hugo De Ana, che ne firma regia, scene, costumi, con le luci di Valerio Alfieri e le coreografie di Leda Lojodice. Sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma il Maestro Daniele Callegari. Nel cast Ramón Vargas (Gaston),Vittorio Vitelli (Le comte de Toulouse), Michele Pertusi e Mirco Palazzi (Roger), Annick Massis e Silvia Dalla Benetta (Hélène), Valentina Boi (Isaure), Deyan Vatchkov (Adhémar de Monteil), Paolo Antognetti (Raymond), Massimiliano Catellani (L’émir de Ramla), Matteo Roma (Un officier de l’émir), Francesco Salvatori (Un hérauld).

Al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto va in scena, il 29 settembre, La Traviata (repliche 3, 4, 7 9, 11, 12, 14, 16, 18 ottobre), in coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna e la Fondazione Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. A firmare il nuovo allestimento è il team creativo vincitore del European Opera-directing Prize formato da Andrea Bernard (regista e scenografo), Elena Beccaro (costumista),Alberto Beltrame (scenografo). Dirige il Maestro Sebastiano Rolli, alla guida di Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna. A dare vita al melodramma si alterneranno Isabella Lee e Julia Muzichenko (3, 7, 11, 14, 16) (Violetta Valéry), Alessandro Viola e Fabian Lara (3, 7, 11, 14, 16) (Alfredo Germont), Marcello Rosiello e Gocha Abuladze (3, 7, 11, 14, 16) (Giorgio Germont), Pasquale Scircoli e Antonio Gares (3, 7, 11, 14, 16) (Gastone), Marta Leung e Carlotta Vichi (3, 7, 11, 14, 16) (Flora), Carlo Checchi (Barone Douphol), Claudio Levantino (Marchese d’Obigny), Gerard Farreras Gonzàles ed Enrico Marchesini (3, 7, 11, 14, 16) (Dottor Grenvil), Luisa TambaroForooz Razavi (3, 7, 11, 14, 16) (Annina), Sandro Pucci (Un domestico di Flora), Raffaele Costantini (11, 12, 14, 16, 18) (Un commissionario), Ugo Rosati e Cosimo Gregucci (11, 12, 14, 16, 18) (Giuseppe).

2017, Teatro Farnese, Stiffelio

Graham Vick, per la prima volta a Parma, firma il nuovo allestimento di Stiffelio, che debutta il 30 settembre (repliche 6, 13, 21 ottobre) al Teatro Farnese, il secentesco teatro ligneo, dove il pubblico assisterà all’opera in piedi, muovendosi liberamente all’interno dello spazio scenico, determinando così il proprio punto di vista e di ascolto. Mauro Tinti ne firma le scene e i costumi, Giuseppe Di Iorio le luci e Ron Howell le coreografie. Direttore sarà Guillermo Garcia Calvo alla guida di Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna. Nel cast Luciano Ganci (Stiffelio), Maria Katzarava (Lina), Francesco Landolfi(Stankar), Giovanni Sala (Raffaele), Emanuele Cordaro (Jorg), Blagoj Nakoski (Federico di Frengel), Cecilia Bernini (Dorotea), che interpreteranno la partitura nell’edizione critica curata da Kathleen Kuzmick Hansell. L’opera è realizzata in coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna.

Falstaff, ultimo capolavoro di Giuseppe Verdi, torna dopo oltre vent’anni sul palcoscenico del Teatro Regio, con debutto il 1 ottobre (repliche 5, 15, 22 ottobre), nel nuovo allestimento di Jacopo Spirei con le scene di Nikolaus Webern, i costumi di Silvia Aymonino e le luci di Fiammetta Baldiserri. Il Maestro Riccardo Frizza, sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma, dirige Roberto de Candia, nel ruolo del protagonista, Mikheil Kiria (Falstaff nella recita del 15 ottobre), Giorgio Caoduro (Ford), Juan Francisco Gatell (Fenton), Gregory Bonfatti (Dottor Cajus), Andrea Giovannini (Bardolfo), Federico Benetti (Pistola), Amarilli Nizza (Alice Ford), Damiana Mizzi (Nannetta), Sonia Prina (Mrs. Quickly), Jurgita Adamonyte (Mrs. Meg Page).

Il capolavoro sacro di Verdi, Messa da Requiem, sarà eseguito il 7 e il 19 ottobre al Teatro Regio dalla Filarmonica Arturo Toscanini e dal Coro del Teatro Regio di Parma diretti da Daniele Callegari, con solistiAnna PirozziVeronica SimeoniAntonio Poli e Riccardo Zanellato.

Foto in alto: Teatro Farnese, Parma

redazione

redazione