Juvenilia – European Network of Young Opera Friends
31 luglio 2017
redazione (242 articles)
Share

Juvenilia – European Network of Young Opera Friends

125 giovani europei a Verona per assistere a Rigoletto, Aida, Madama Butterfly e conoscere le tradizioni della città –

Dal 27 al 30 luglio i Giovani Amici del Filarmonico per il quinto anno consecutivo hanno organizzato un’iniziativa che ha portato 125 giovani europei a conoscere l’Opera in Arena, grazie alla partecipazione a Juvenilia – European Network of Young Opera Friends, una rete che unisce under 35 di diversi Paesi. L’evento di quest’anno, che ha il patrocinio del Comune di Verona, è il primo della costituenda associazione GAFiRi (Giovani per l’Arena il Filarmonico e il Ristori) che nasce dai Giovani Amici del Filarmonico e dalla Fondazione Verona per l’Arena.

125 ragazzi di  Francia, Olanda, Germania, Spagna, Regno Unito, Bulgaria, Polonia e dalle regioni Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Trentino Alto-Adige e Veneto hanno assistito alle recite di Rigoletto (27 luglio), Aida (28 luglio) e Madama Butterfly (29 luglio), per un totale di 125 biglietti venduti, conoscendo Verona e le sue tradizioni.

Juvenilia nasce a Milano nel febbraio del 1998, come “Network europeo dei giovani amici dell’opera lirica”. Durante l’evento numerosi giovani provenienti da tutta Europa parteciparono al workshop sul tema “Opera e musica classica”, incontrando artisti e assistendo a numerosi spettacoli. La volontà di rimanere in contatto e di continuare a condividere la passione per l’Opera e le arti performative ha portato alla fondazione di Juvenilia.

A Juvenilia aderiscono diciotto club, con sede in sette diverse nazioni europee. La maggior parte dei club ha un numero di circa 130 iscritti e l’età limite per poter iscriversi è di trenta o trentacinque anni, a seconda del club. La presidenza è ricoperta dall’olandese Rozemarijn Tiben, affiancata da Ilaria Rocca nel ruolo di vicepresidente, Enrico Sartori è il nuovo referente per la comunicazione e Mirko Gragnato e Odile Boubakeur sono i coordinatori degli eventi.

Tra le attività comuni più frequenti rientrano i Weekend d’Opera Juvenilia che prevedono per la durata di un fine settimana la partecipazione ad una serie di spettacoli e di attività collaterali, senza tralasciare gli aspetti conviviali necessari per la socializzazione e la creazione di una connessione umana di amicizie basate sulla passione per l’arte e la musica.

redazione

redazione