27 marzo 2017
redazione (209 articles)
0 comments
Share

A Firenze una manifestazione a sostegno dell’Opera lirica

2017-03-27 Manifestazione a Firenze
2017-03-27 Manifestazione a Firenze
2017-03-27 Manifestazione a Firenze
2017-03-27 Manifestazione a Firenze
2017-03-27 Manifestazione a Firenze
2017-03-27 Manifestazione a Firenze
2017-03-27 Manifestazione a Firenze
2017-03-27 Manifestazione a Firenze
2017-03-27 Manifestazione a Firenze
Arrow
Arrow
2017-03-27 Manifestazione a Firenze2017-03-27 Manifestazione a Firenze
Shadow
Slider

Comunicato sindacale. I lavoratori delle 14 fondazioni lirico sinfoniche italiane hanno manifestato il 27 marzo a Firenze per evitare che, a breve, la grande tradizione lirica italiana muoia, a causa della superficialità e disattenzione di chi dovrebbe avere il compito di tutelarla. La selezione contabile è stato l’unico obiettivo delle iniziative politiche degli ultimi anni, dal decreto Asciutti fino alla legge 160/2016, un trend che sembra confermato nel disegno di legge sullo spettacolo dal vivo attualmente al vaglio del Parlamento.

Tutti gli emendamenti presentati atti a modificare l’art. 24 della L. 160/2016 non sono infatti stati accolti, e la conseguenza sarà che molte delle FLS che hanno aderito alla Legge Bray non arriveranno al 2018. Si ridurrà drasticamente l’offerta culturale sul territorio, mettendo fra l’altro in predicato il futuro di tanti ragazze e ragazze che oggi studiano per diventare dei professionisti del settore.

La politica ragionieristica di questi anni, gestita a colpi di decreto, ha operato esclusivamente su licenziamenti, esternalizzazioni e precarizzazione dei rapporti di lavoro, determinando non solo la chiusura di interi settori produttivi, corpi di ballo, laboratori di scenografia ecc. ma anche un’arbitraria rivisitazione di quanto richiesto dalle partiture dei compositori. Riscrivendo la storia della musica!

Il Sindacato chiede da tempo che si apra una discussione di prospettiva per la Lirica italiana e la mobilitazione continuerà fino a quando non sarà attivata un’interlocuzione adeguata alla gravità della situazione. In gioco non c’è solo la sorte di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie, ma un indotto economico in termini di prestigio e di capitale intellettuale di valore inestimabile.

Le segreterie nazionali
SLC-CGI
FISTEL-CISL
UILCOM-UIL
FIALS-CISAL

redazione

redazione

Comments

No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *

*Prova